Alcuni degli elementi chiave su cui si basa la cultura digitale sono la partecipazione e la digitalizzazione.

Il primo elemento implica un ruolo attivo da parte degli utenti, non più solo fruitori passivi, come ad esempio nell’e-learning.

L’aspetto di digitalizzazione, invece, permette l’accesso remoto a informazioni precedentemente non così facilmente reperibili. Il tema del digitale, però, non si esaurisce in questi due aspetti. L’inclusione digitale e la volontà di superare il digital divide rappresentano temi importanti per DKTS, che sin dall’inizio della sua attività ha cercato di diffondere e perseguire attraverso numerosi progetti.

Ancora oggi, infatti, il nostro Paese sconta diversi ritardi, in ambito digitale. Si pensi al fatto che solo il 69% della popolazione utilizza Internet regolarmente; che solo il 13% degli italiani ha inviato moduli online alla pubblica amministrazione; solo l’8% delle PMI vende online; il 40% dei lavoratori non è in grado di utilizzare software da ufficio in modo efficiente.

Fin dal 1996 la sensibilità e l’attenzione dell’azienda si sono tradotte in progetti finalizzati a rendere le tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione un’opportunità di partecipazione e sviluppo per tutti e non un nuovo fattore di emarginazione. I progetti di inclusione digitale di DKTS si rivolgono non solo alle cosiddette “fasce deboli”, in cui si possono annoverare numerose categorie di cittadini, quali anziani, giovani, immigrati, italiani all’estero, detenuti, e spesso anche le donne (casalinghe, donne in cerca di lavoro, donne dipendenti o dirigenti che si scontrano con problematiche di genere), ma anche alle imprese che non hanno ancora raccolto le opportunità offerte dalle tecnologie digitali per trovare soluzioni alle loro criticità e diventare più competitive.

 

In un momento storico in cui si parla con insistenza di promozione della cultura digitale, DKTS può essere annoverata tra i precursori in Italia in questo ambito, grazie alla creazione di progetti in cui il digitale non è mai stato solo un mezzo, ma un nuovo modo di intendere il lavoro e la comunicazione, con i suoi linguaggi e le sue regole.

Scarica i progetti di Cultura Digitale