In occasione del TDLAB 2023, la 9° edizione del Forum annuale organizzato dal Gruppo Nazionale Terziario Donna Confcommercio, in programma dal 21 al 23 maggio ad Arezzo, ecco alcune riflessioni che sono alla base del mio intervento nella sessione del 22 maggio, dedicata al tema “Alleanza fra scuola e imprese per il lavoro”.

Nel contesto sempre più dinamico ed evolutivo del mercato del lavoro, l'alleanza tra scuola e imprese assume un ruolo cruciale nel preparare le nuove generazioni per affrontare le sfide e sfruttare le opportunità del futuro lavorativo in Italia. Questa collaborazione sinergica tra due settori apparentemente distanti, la scuola e le imprese, può contribuire a colmare il divario tra l'istruzione tradizionale e le competenze richieste nel mondo del lavoro moderno.

Ecco alcune delle attività che sono alla base di questa collaborazione:

  1. Identificazione delle competenze chiave
    Lavorare in collaborazione, scuole e imprese possono identificare le competenze chiave richieste dai datori di lavoro. Questo processo aiuta a indirizzare l'istruzione verso la formazione di studenti con abilità e conoscenze pertinenti, riducendo così il divario tra teoria e pratica.
  2. Stage e programmi di apprendistato
    Le imprese possono offrire opportunità di stage e programmi di apprendistato agli studenti, consentendo loro di sperimentare direttamente il mondo del lavoro. Queste esperienze pratiche offrono agli studenti l'opportunità di acquisire competenze specifiche e di comprendere meglio le esigenze e le dinamiche delle imprese.
  3. Mentoring e consulenza 
    Le imprese possono svolgere un ruolo di mentori e consulenti per gli studenti, guidandoli nel processo di scelta della carriera e fornendo loro informazioni sulle competenze richieste in determinati settori. Questo aiuta gli studenti a prendere decisioni più informate sulla loro formazione e a sviluppare una visione realistica delle opportunità di lavoro future.
  4. Progetti congiunti
    Le scuole e le imprese possono collaborare per sviluppare progetti concreti che uniscano l'istruzione teorica con l'applicazione pratica. Questi progetti aiutano gli studenti a mettere in pratica le competenze apprese a scuola e a sviluppare una mentalità imprenditoriale, favorendo la creatività, l'innovazione e lo spirito imprenditoriale.
  5. Aggiornamento professionale degli insegnanti
    Le imprese possono svolgere un ruolo chiave nell'aggiornamento professionale degli insegnanti, fornendo loro informazioni aggiornate sulle tendenze del mercato del lavoro e sulle nuove tecnologie. Questo permette agli insegnanti di rimanere al passo con le evoluzioni e di trasmettere conoscenze pertinenti e attuali agli studenti.

Il ruolo delle tecnologie

Le tecnologie svolgono un ruolo fondamentale nell'alleanza tra scuola e imprese per il futuro del lavoro in Italia. Esse influenzano significativamente l'ambiente lavorativo e richiedono un'adeguata preparazione da parte degli studenti. Di seguito sono riportati alcuni punti chiave sul ruolo delle tecnologie in questa alleanza:

  1. Aggiornamento delle competenze digitali: le tecnologie sono onnipresenti nel mondo del lavoro attuale e in continua evoluzione. La scuola deve quindi adattarsi a questo cambiamento integrando l'uso delle tecnologie nell'insegnamento e nell'apprendimento. Le imprese possono fornire consulenza sulle competenze digitali richieste nel mercato del lavoro e collaborare con le scuole per sviluppare programmi che preparino gli studenti ad affrontare sfide digitali.
  2. Utilizzo di piattaforme e strumenti digitali: le scuole possono adottare piattaforme e strumenti digitali per migliorare il processo di apprendimento. Ad esempio, l'utilizzo di apprendimento online, risorse digitali interattive e simulazioni può fornire agli studenti un'esperienza pratica e coinvolgente. Le imprese possono collaborare con le scuole per identificare e fornire tali strumenti digitali che rispecchino le esigenze del mondo del lavoro.
  3. Apprendimento basato su progetti tecnologici: le tecnologie offrono ampie opportunità per l'apprendimento basato su progetti, in cui gli studenti possono sviluppare soluzioni tecnologiche innovative e affrontare problemi reali. Questi progetti consentono agli studenti di acquisire competenze pratiche e di lavorare a stretto contatto con le imprese per applicare le conoscenze teoriche in contesti reali.
  4. Formazione sulle nuove tecnologie emergenti: le imprese possono fornire informazioni sulle nuove tecnologie emergenti e sul loro impatto sul futuro del lavoro. Questo aiuta le scuole a tenere il passo con le tendenze del settore e ad adattare i programmi educativi di conseguenza. La collaborazione con le imprese permette agli studenti di sviluppare una conoscenza pratica delle tecnologie all'avanguardia.
  5. Promozione dell'innovazione e dello spirito imprenditoriale: le tecnologie sono spesso associate all'innovazione e allo sviluppo di nuovi prodotti e servizi. L'alleanza tra scuola e imprese può stimolare la creatività e lo spirito imprenditoriale degli studenti attraverso progetti di innovazione tecnologica. Questo processo aiuta a creare una mentalità imprenditoriale e prepara gli studenti ad affrontare le sfide dell'economia digitale.

Da formazione ad apprendimento!

Focalizzare l'attenzione sull'apprendimento è essenziale per diverse ragioni nel contesto dell'alleanza tra scuola e imprese per il futuro del lavoro in Italia. Ecco perché:

  1. Cambiamenti rapidi e complessi: il mondo del lavoro sta subendo cambiamenti rapidi e complessi a causa dei progressi tecnologici, delle nuove sfide globali e delle mutate esigenze del mercato. L'apprendimento continuo è fondamentale per adattarsi a queste trasformazioni e acquisire le competenze richieste per i lavori del futuro. Senza un focus sull'apprendimento, gli individui rischiano di rimanere indietro e di non essere in grado di competere efficacemente sul mercato del lavoro.
  2. Competenze in evoluzione: le competenze richieste nel mondo del lavoro sono in costante evoluzione. Ciò significa che le persone devono essere pronte a imparare nuove competenze per rimanere competitive e pertinenti. L'attenzione sull'apprendimento consente agli individui di sviluppare una mentalità aperta e flessibile che favorisce l'acquisizione di competenze rilevanti per le opportunità di lavoro emergenti.
  3. Adattabilità: l'apprendimento è fondamentale per sviluppare l'adattabilità, cioè la capacità di affrontare nuove situazioni, problemi e cambiamenti. Nel contesto del lavoro, le persone devono essere in grado di adattarsi a nuovi compiti, tecnologie e modelli di lavoro. Focalizzare l'attenzione sull'apprendimento aiuta a sviluppare una mentalità di apprendimento continuo, consentendo alle persone di affrontare con successo le sfide e di adattarsi ai nuovi scenari.
  4. Innovazione e creatività: l'apprendimento favorisce l'innovazione e la creatività. Lavorando sulle proprie conoscenze e competenze, le persone possono generare nuove idee, sviluppare soluzioni innovative e contribuire alla crescita e al successo delle imprese. L'attenzione sull'apprendimento stimola il pensiero critico, la curiosità e la capacità di risolvere problemi in modo innovativo.
  5. Realizzazione personale e crescita: l'apprendimento costante offre opportunità di crescita personale e professionale. Attraverso l'acquisizione di nuove conoscenze e competenze, le persone possono ampliare le loro prospettive, migliorare le proprie capacità e perseguire obiettivi di carriera ambiziosi. L'attenzione sull'apprendimento fornisce un percorso per il progresso individuale e una maggiore soddisfazione personale.

Da formazione ad apprendimento: un passaggio fondamentale.

La formazione e l'apprendimento sono due concetti strettamente collegati ma distinti. La formazione si riferisce a un processo strutturato e mirato in cui vengono fornite conoscenze specifiche attraverso programmi organizzati, mentre l'apprendimento è un processo più ampio e continuo che coinvolge l'acquisizione di conoscenze e competenze in vari contesti. La formazione è guidata da istruttori o esperti e segue un curriculum prestabilito, mentre l'apprendimento può avvenire attraverso esperienze, osservazione e interazioni con l'ambiente circostante. La formazione è focalizzata su obiettivi specifici e può essere formale o informale, mentre l'apprendimento è un processo che si estende per tutta la vita di una persona e coinvolge sia contesti formali che informali. Comprendere le differenze tra formazione e apprendimento aiuta a sviluppare strategie di apprendimento efficaci e a cogliere appieno le opportunità di crescita personale e professionale.

Il contributo delle imprese con la metodologia Agile

L'applicazione della metodologia Agile nell'apprendimento può essere molto efficace e pertinente, specialmente nel contesto in continua evoluzione del mondo del lavoro. La metodologia Agile è originariamente stata sviluppata per migliorare i processi di sviluppo software, ma i suoi principi e approcci possono essere adattati con successo all'ambito dell'apprendimento.
Ecco alcune ragioni per cui l'applicazione della metodologia Agile nell'apprendimento può essere vantaggiosa:

  1. Adattabilità: la metodologia Agile si basa sull'adattabilità e sulla capacità di rispondere rapidamente ai cambiamenti. Nel contesto dell'apprendimento, questo significa che i programmi e i corsi possono essere flessibili e adattati alle esigenze degli studenti, alle nuove tecnologie o alle dinamiche del mercato del lavoro in evoluzione.
  2. Coinvolgimento attivo: promuove il coinvolgimento attivo e collaborativo degli studenti. Gli studenti sono coinvolti nell'identificazione degli obiettivi di apprendimento, nella pianificazione delle attività e nel monitoraggio dei progressi. Questo aumenta l'interesse e la motivazione degli studenti e li rende partecipi del proprio processo di apprendimento.
  3. Iterazioni e feedback continui: l'approccio Agile prevede cicli di lavoro brevi e iterativi. Questo consente agli studenti di ricevere feedback tempestivi sugli obiettivi raggiunti e di apportare modifiche e miglioramenti in modo continuo. Gli studenti possono imparare dagli errori, adattarsi alle sfide e apportare correzioni durante il percorso di apprendimento.
  4. Collaborazione e comunicazione: la metodologia Agile promuove una forte collaborazione e comunicazione tra gli studenti, gli insegnanti e gli esperti di settore. Questo favorisce la condivisione di conoscenze, l'apprendimento reciproco e la creazione di un ambiente di apprendimento più interattivo e coinvolgente.
  5. Focus sull'obiettivo: l'approccio Agile pone un forte focus sull'obiettivo finale. Gli studenti sono incoraggiati a stabilire obiettivi chiari e misurabili e a concentrarsi sugli elementi di maggiore valore per raggiungerli. Questo aiuta a mantenere l'attenzione sugli aspetti più rilevanti dell'apprendimento e a massimizzare l'efficacia del percorso formativo.

L'applicazione della metodologia Agile nell'apprendimento può consentire agli studenti di sviluppare competenze di adattabilità, collaborazione, comunicazione e problem-solving, che sono fondamentali per affrontare le sfide del mondo del lavoro moderno. Tuttavia, è importante adattare e personalizzare l'approccio Agile alle specifiche esigenze dell'ambiente educativo, tenendo conto delle dinamiche di apprendimento e delle risorse disponibili.

Gianna Martinengo

Gianna Martinengo
CEO DKTS
Membro del Board Innovazione Tecnologica – Trasformazione Digitale, Comune di Milano
Coordinatrice del Comitato Scientifico, MUSA Scarl
Membro del Comitato Scientifico, UNISALUTE
Fondatrice e Presidente di Women&Tech® ETS

(per maggiori dettagli sul CV, vedi: https://www.didaelkts.it/gianna-martinengo)